Treno o auto a noleggio? La nostra esperienza in Rajasthan con Kalka Travels

Auto o treno? Comodità o autenticità? Se state pianificando il vostro viaggio in India ed è arrivato il momento di organizzare gli spostamenti vi starete sicuramente facendo queste domande.

In realtà la questione non è così semplice. L’equivalenza macchina = comodità, e treno = autenticità non è poi così scontata e, comunque, ci sono vari altri fattori da tenere in considerazione. Certo, non si può fare un viaggio in India senza provare il brivido di salire su un treno che sembra più un carro merci e stiparsi, come ogni bravo indiano, in una calda e umida carrozza in cui l’aria sa di spezie, su una locomotiva che viaggia a 40 km/h. E’ vero, non si può non fare un’esperienza simile; ma davvero avete intenzione di percorrere 1000/2000 km in queste condizioni e, soprattutto, a questa velocità? Forse i più pazzi o coraggiosi fra voi – non sono poi la stessa cosa in fondo? – potrebbero anche pensarci un attimo e rispondere: assolutamente si! Ma a questo punto non vi basterebbe un mese per visitare solo il Rajasthan.

D’altra parte è indiscutibile che le due soluzioni richiedano un contributo economico completamente diverso che alla fine potrà incidere sul vostro budget totale. Il costo del treno è praticamente irrisorio per noi occidentali anche sommando tutti i biglietti di tutto il viaggio.

Quindi alla fine la questione è: avete più soldi o più tempo da spendere? Preferite risparmiare tempo o soldi? Noi abbiamo valutato i pro e i contro di ogni soluzione.

TRENO
  • PRO: esperienza autentica
  • PRO: costo irrisorio
  • PRO: nessuna necessità di prenotare in anticipo gli spostamenti
  • CONTRO: non avendo un autista che vi consigli a chi affidarsi o da chi diffidare nei vari luoghi, sarete costretti ad affidarvi alle guide e agli autisti locali che non avendo un legame con voi cercheranno di portarvi nei negozi dei loro parenti per farvi acquistare qualsiasi tipo di prodotto fatto da loro. Il che può essere divertente una volta o due perché anche questo fa parte della cultura locale, ma a lungo andare diventerà una scocciatura e vi farà solo perdere tempo.
MACCHINA
  • PRO: risparmio di tempo e, di conseguenza, possibilità di visitare più posti;
  • PRO: flessibilità negli spostamenti, avendo la macchina abbiamo potuto visitare città, templi e siti d’interesse fuori dal classico itinerario turistico e lontani dalle città principali;
  • SUPER-PRO: l’autista è uno degli aspetti da non sottovalutare! Non dovete pensare a lui come a un semplice driver perché in realtà è un local che vi accompagnerà per tutto il tour spiegandovi la cultura e le usanze del suo Paese, facendovi conoscere e apprendere molto più di quanto qualsiasi libro o guida potrebbe mai fare. Vi basterà solo chiedere! Ravinder, il nostro driver, non si è limitato a scarrozzarci da Delhi a Jaisalmer e ritorno, è diventato un amico con cui fare lunghe chiacchierate e scambiarsi pensieri e modi di vedere le cose. Sempre corretto, educato e sorridente, è stato un valore aggiunto all’intero viaggio e ora che siamo tornati a casa siamo nettamente convinti che la sua conoscenza abbia contribuito in gran parte a farci innamorare del suo incredibile Paese.
  • CONTRO: costo più elevato
Uno degli ultimi giorni di tour con Ravi al mercato di Bikaner

LA NOSTRA ESPERIENZA CON KALKA TRAVELS

Analizzati quindi tutti i pro e i contro, abbiamo optato per la macchina a noleggio con driver. L’agenzia a cui ci siamo rivolti, KALKA TRAVELS, l’abbiamo scovata su internet senza neanche troppo impegno. Infatti è una delle migliori tra quelle che potreste trovare online.

Un paio di mesi prima del viaggio abbiamo contattato Kalka Travel per un preventivo. Bobby Takur, il proprietario dell’agenzia, ci ha risposto in meno di dodici ore come garantisce sul sito e come ha sempre fatto per tutte le conversazioni successive. Da quel momento gli abbiamo comunicato il nostro itinerario* e lui ci ha dato due alternative: pagare sul posto per ogni spesa necessaria (rifornimento, pedaggi, ecc.), oppure pagare un fisso preventivato e concordato all’inizio del viaggio ed evitare così qualsiasi tipo di sorpresa o spesa extra. Noi abbiamo scelto la seconda opzione che ci sembrava la più sicura.

*A proposito dell’itinerario: potete scegliere voi l’intero percorso, i luoghi da visitare e gli hotel nei quali alloggiare, oppure potete affidarvi a loro scegliendo uno dei tour che propongono. O ancora potete concordare insieme percorso e hotel sulla base dei loro pacchetti.

Inoltre, dati i tanti chilometri che avremmo dovuto percorrere e i tempi stretti Bobby Takur ci ha assicurato che ci avrebbe dato una delle auto più efficienti e, in effetti, non abbiamo mai avuto alcun problema con la macchina.

Una volta in India abbiamo anche usufruito di due servizi che l’agenzia mette a disposizione: il servizio di cambio – decisamente più conveniente confrontandolo con le diverse compagnie all’interno dell’aeroporto – e la sim indiana che vi darà l’autista per tenervi in contatto e che include 1,4 giga al giorno e minuti illimitati a 250 rupie per 15 giorni).

Ok, tutte informazioni utili, ma ora veniamo al dunque! Quanto costa il noleggio di un’auto per un tour di 13 giorni in Rajasthan? Considerate che, escludendo solo la mancia all’autista, il pacchetto ci è costato 450 euro in due (tutto incluso). Quindi a voi le conclusioni…

COME FARE PER NON RINUNCIARE A NULLA

E non crediate che una soluzione escluda l’altra. Potrete sempre scegliere un singolo tratto di strada su tutto l’itinerario per prendere il treno e chiedere al vostro driver di aspettarvi ,alla tappa successiva.

Speriamo di essere stati utili nel chiarirvi le idee e aiutarvi a scegliere meglio la soluzione più adatta a voi.

Buon viaggio!

Seguiteci o metteteci un like!
Instagram
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Follow by Email
Google+
https://melaviaggio.it/2019/02/07/treno-o-macchina-in-india-la-nostra-esperienza-con-kalka-travels/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *